1. Teatro Mascheranova
  2. Stagione Teatrale 2015/2016
  3. IL PASSO DEL CODIBUGNOLO

Compagnia Bardefé

IL PASSO DEL CODIBUGNOLO

di Bardarisi, De Notaris, Ferraro

La solitudine non è mai con voi; è sempre senza di voi, e soltanto possibile con un estraneo attorno: luogo o persona che sia, che del tutto vi ignorino, che del tutto voi ignoriate, così che la vostra volontà ed il vostro sentimento restino sospesi e smarriti in un’incertezza angosciosa e, cessando ogni affermazione di voi, cessi l’intimità stessa della vostra coscienza…(Pirandello. Uno, nessuno, centomila)
E allora? Sapete su cosa poggia tutto? Sulla presunzione che la realtà, qual è per voi, debba essere e sia ugualmente per tutti gli altri, senza il minimo sospetto che tutta la realtà che vi sta attorno non ha per altri maggior consistenza del fumo della vostra pipa, la vita è della stessa sostanza dei sogni (Shakespeare: La tempesta)
I codibugnoli, invece, sono molto socievoli: vivono quasi tutto l’anno in gruppi e passano la notte serrati gli uni contro gli altri, abitudine che permette loro di sopravvivere alle lunghe e fredde notti invernali.
I personaggi di questa pièce teatrale si muovono, spesso in modo ridicolo e maldestro, indecisi tra la rinuncia della propria intimità e l’aspirazione a stringersi infantilmente l’un l’altro, quasi per con-fondersi e per proteggersi dal freddo e dalla notte incombente.
Alla fine del “viaggio”  “arrise ad uno di sollevare il velo della dea di Sais. Ebbene, che vide? Vide – meraviglia delle meraviglie – se stesso”. Egli trova cioè quel che già inconsapevolmente aveva ma che ora diventa consapevole e volontario. Il lungo e travagliato viaggio nella natura ha per fine il punto di partenza (l’Io), scoperto come principio della natura: è la scoperta del punto di vista trascendentale. (Friedrich von Hardenberg-Novalis: I discepoli di Sais).

Stagione Teatrale 2015/2016
Aprile [ Teatro Mascheranova ]
LunMarMerGioVenSabDom
16
21:00
17
19:00